Giovedì 25 ottobre: in Area Remmert si parla di problematiche giovanili e dipendenze con il Pesciolino Rosso

Si chiama Pesciolino Rosso ed è la fondazione creata da un papà, Gianpietro Ghidini, per raccontare la storia di suo figlio Emanuele, scomparso troppo presto, e così aiutare tante famiglie e tanti ragazzi ad affrontare insieme i problemi che possono nascere nel periodo difficile dell'adolescenza.
Giovedì 25 ottobre Gianpietro Ghidini spiegherà in prima persona, nella tensostruttura di Area Remmert alle ore 20.30, la sua esperienza e le sue riflessioni di padre che ha perso un figlio e che vuole far sì che da un tuffo - quello appunto di Emanuele - non trionfi la morte, ma nascano vita e amore, dimostrando come sia possibile trovare un senso anche al più grande dolore. Le problematiche giovanili e le trappole nelle quali cadono i giovani, in particolare quelle che inducono a dipendenze, vengono trattate in modo autentico ed emozionale, grazie alla forza del racconto diretto, arrivando al cuore dei partecipanti.
Gianpietro ha incontrato giovani e genitori in centinaia di città, riscuotendo sempre una partecipazione straordinaria. All'evento, organizzato dalla Città di Cirié insieme alla Fondazione Pesciolino Rosso e con la collaborazione delle scuole cittadine e l'ASL TO4, è invitata tutta la cittadinanza.


Per info: www.pesciolinorosso.org